Reggiseni per la gravidanza

Il reggiseno per la gravidanza deve avere alcune caratteristiche imprescindibili: il seno durante i tre trimestri di gestazione cambia, si modifica e si assesta, preparandosi alla nuova vita che arriverà. A prescindere dalla scelta della mamma di allattare o meno, quindi, è necessario che il reggiseno in gravidanza sia comodo e confortevole e, soprattutto, che si adatti alla perfezione alla forma del seno.

I reggiseni per la gravidanza: quali tipologie di reggiseni da allattamento e da gravidanza esistono e come scegliere quello giusto per noi

I diversi tipi di reggiseno da gravidanza

Innanzitutto, nella maggior parte dei casi i reggiseni per la gravidanza sono privi di ferretto. Essendo il seno ancora più sensibile durante i mesi di gestazione, è meglio infatti evitare ogni stress e ogni fastidio, preferendo reggiseni che avvolgano le forme in maniera morbida e poco invasiva.

Ci sono poi i reggiseni per la gravidanza pensati già per l’allattamento: si tratta di quelli con la finestrella apribile sul fronte della coppa (tramite una clip), pensata per essere aperta facilmente nel momento della poppata, senza bisogno di togliere o alzare il reggiseno.

Molto comodo in questo senso, e più carino da vedere, è il reggiseno da gravidanza e allattamento incrociato (https://www.amazon.it/HBselect-Allattamento-Sostituibile-Gravidanza-Fleshcolor/dp/B07VP3XK4F/ref=sr_1_6), che permette di estrarre il seno facilmente (come nel caso del reggiseno classico da allattamento) semplicemente spostando il tessuto lateralmente.

Come scegliere il reggiseno per la gravidanza?

La scelta del reggiseno della gravidanza è molto personale e ciò che dobbiamo tenere in conto sono la nostra confortevolezza e la comodità nei movimenti. Se soffriamo, infatti, le cuciture, sarà meglio scegliere un reggiseno senza cuciture e senza ferretto, elasticizzato (in modo che si adatti al nostro corpo senza costringere il seno) e semplice.

Se sappiamo già che allatteremo, possiamo pensare di acquistare il reggiseno da gravidanza già in vista delle poppate. In questo caso, potremo già utilizzare i reggiseni da allattamento, scegliendoli anche in questo caso elasticizzati, in modo che si adattino all’eventuale cambiamento della taglia una volta nato il bambino. Durante l’allattamento, quindi, basterà completare il reggiseno con delle coppette assorbilatte, piccoli cuscinetti lavabili (come questi https://www.enviedefraise.it/risultati?searchTerm=cuscinetti#/search/cuscinetti) per evitare di macchiare i vestiti.

Se abbiamo il seno particolarmente pesante, sarà utile invece scegliere un reggiseno premaman con spalline imbottite e coppe preformate performanti, che alleggeriscano il carico e lo distribuiscano in maniera confortevole sulle spalle e sulla schiena (come ad esempio questo reggiseno https://www.anita.com/it/aree-prodotto/gravidanza-e-allattamento/reggiseni-per-gravidanza.html).

Quali sono le marche migliori di reggiseni in gravidanza?

Non vi è una marca di reggiseni per la gravidanza migliore di un’altra; ciò che è bene guardare sono i tessuti e le cuciture. Come sempre, meglio puntare sul cotone (mischiato con del tessuto elasticizzato), in modo da evitare irritazioni e allergie e in modo che il reggiseno “cresca” con il seno, in modo da non sentirlo stringere al minimo cambiamento di taglia. 

Per quanto riguarda le cuciture, meno ce ne sono e meglio è: le cuciture provocano infatti sfregamento, e lo sfregamento è causa di rossori e fastidi.