Le smagliature in gravidanza

Le smagliature sono rotture delle fibre elastiche dell’epidermide, che durante la gravidanza, per forza, si dilata per poi tornare alle dimensioni precedenti. Formano linee e disegni leggeri sulla pelle e sono un “dono” della gravidanza. Questo regalo, tuttavia, non è gradito a tutte le donne, che sanno, prima che il pancione cresca, che è necessario prendere delle precauzioni per prevenirle o, perlomeno, limitarle.

Vediamo quindi insieme i metodi naturali più efficaci per prevenirle e come alleviarle quando, invece, sono già comparse.

Le smagliature in gravidanza: perché vengono, come prevenirle e come alleviarle

Le smagliature: perché vengono

Il processo che porta alla comparsa delle smagliature è molto semplice e comprensibile: dilatandosi la pelle in gravidanza, e tornando poi alle dimensioni precedenti nelle settimane dopo il parto, si tende, e quando non è abbastanza elastica le sue fibre si “spezzano”, formando questi inestetismi. 

Somigliano quindi a delle sottili cicatrici, abbastanza lunghe a seconda della zona dove si trovano. Quando sono “nuove” sono rosate-viola, mentre quando con il tempo si assestano assumono un colore bianco.

Le smagliature possono dunque comparire in ogni situazione della vita quando ci sono cambiamenti di peso e dimensione, soprattutto repentini, e in particolare compaiono in gravidanza, spesso su addome e seno e spesso negli ultimi mesi di gestazione.

Come fare per prevenirle

Il metodo migliore per evitare la comparsa delle smagliature è la prevenzione, e per farlo è bene affidarsi a dei prodotti naturali e a dei massaggi mirati. Il consiglio è quello di prendere degli oli conosciuti per la capacità di donare elasticità alla pelle, come l’olio di Argan, l’olio di rosa mosqueta e quello di mandorle dolci: basta applicarli un paio di volte al giorno sulla pelle bagnata, massaggiando bene in modo da fare assorbire il fluido, allenando così la pelle e nutrendola allo stesso tempo. 

I metodi per combattere le smagliature

Se invece le smagliature ci sono già, le alternative sono due: se sono bianche, c’è poco da fare, e l’unico modo per evitare – almeno – di accentuarle è prendere poco sole e usare sempre una protezione alta contro i raggi UV.


Se invece le smagliature sono fresche e quindi di colore rosso-rosa-viola possiamo utilizzare una tintura madre svedese (l’amaro svedese – si trova in farmacia) ottenuta dalla miscelazione di erbe e di acquavite, da applicare con un dischetto di cotone direttamente sui segni oppure attraverso impacchi settimanali sulle zone colpite.

Anche l’acido glicolico è un ingrediente cosmetico utile in caso di smagliature: penetra nella pelle e stimola la produzione di collagene ed elastina, facendo anche uno scrub superficiale in maniera chimica. Alcuni prodotti di The Ordinary, ad esempio, sono a base di acido glicolico e servono, appunto, per eseguire peeling al viso (ma possono essere usati anche sulle smagliature). È però consigliato usarli solo una volta a settimana, e soprattutto non nei mesi estivi, dal momento che fotosensibilizzano la pelle, che non va assolutamente esposta al sole nei giorni successivi all’applicazione.

Ogni mese ti invieremo il menu del mese, corsi e attività in gravidanza, idee di benessere e codici sconto!