Mindfulness e meditazione in gravidanza.

La Mindfulness e la meditazione non ti aiuteranno ad affrontare la gravidanza, mi spiace!
Quante volte mi sono imbattuta in espressioni tipo “affrontare la gravidanza con serenità”, “come affrontare la gravidanza senza ansie e paure”, “affrontare la gravidanza al meglio”, ecc, ecc. Espressioni comuni, modi di dire, slogan commerciali.

Da brava filosofa voglio partire dalla basi, dal significato delle parole. Io dico sempre che “le parole parlano”… Parlano di noi, dell’universo di idee, preconcetti, condizionamenti che abitano dentro di noi e di cui spesso non siamo consapevoli. 

Se guardo al significato del termine, il dizionario mi dice che affrontare è “farsi incontro a qualcuno con intenzioni ostili o senza timore o incertezza”, come si fa con un nemico. E ancora, affrontare è “esporsi deliberatamente a qualcosa di difficile o doloroso”, come con un problema, una fatica, una minaccia. Infine, affrontare può suggerire il “mettersi di fronte”, il “trovarsi d’accordo”, il “far combaciare”. Questo è il termine, il significato oggettivo. Se pensi alla parola, invece, come “parla” dentro di te? Come risuona “affrontare” quando parli della gravidanza e, soprattutto, della tua gravidanza? 

Certamente potranno esserci momenti della gravidanza che sarà necessario affrontare, magari si presenteranno paure e aspettative che dovrai affrontare. Ma in generale, non si potrebbe semplicemente “vivere” la gravidanza? Partiamo da qui. 

Vivere la tua gravidanza per quella che è, qui ed ora, nella tua vita!

Forse è un percorso che hai desiderato e scelto. Forse non lo hai scelto, ma hai scelto di portarlo avanti e hai trovato le tue buone ragioni per farlo. Forse l’hai cercato per tanto tempo; forse ti elettrizza o forse ti fa soffrire. Forse è un percorso “diverso” e vorresti che questa diversità venga rispettata e accolta. In ognuno di questi “forse” (e in moltissimi altri) c’è una persona, unica e irripetibile, che sta per diventare madre; c’è una bambina o un bambino che sta crescendo; ci sono rapporti, relazioni, donne e uomini, posti di lavoro, progetti che vivono in questi forse. 

Allora quali sono i benefici di Mindfulness e meditazione in gravidanza?

Ecco, la Mindfulness e la meditazione ti possono aiutare a vivere consapevolmente e pienamente la tua gravidanza in tutti i suoi aspetti. Sono due risorse in grado di accompagnarti in tutto il percorso: dalla gestazione, al parto, alla genitorialità. Si hai letto bene, non sono utili solo per prepararsi al parto ma anche al parto. Non che questo aspetto non sia importante, anzi è importantissimo, ma non può essere considerato il centro. La pratica della consapevolezza e la meditazione, infatti, allargano i propri orizzonti ad un percorso molto più ampio e profondo che può aiutarti a:

–  sviluppare la connessione e la comunicazione con il tuo bimbo;
– ascoltare il tuo corpo, percepire il suo funzionamento e i cambiamenti;
– osservare, conoscere, accettare ed amare il tuo corpo;
– gestire e diminuire lo stress prima, durante e dopo il parto;
– osservare, comprendere, comunicare e lasciare andare ansie, paure e preoccupazioni;
– rilassarsi profondamente,
– gestire il dolore, la respirazione e i pensieri durante il parto;
– migliorare la comunicazione, lo scambio e la cooperazione all’interno della coppia e/o con le altre persone;
– prendersi cura della propria sessualità durante e dopo la gravidanza;
– vivere al meglio il post partum e la genitorialità.

Un percorso, quindi, non per affrontare la gravidanza, ma viverla. Un percorso che ti permette di conoscere e prenderti cura del tuo bimbo e della tua “nuova te”, del tuo modo unico e speciale di essere mamma. 

Manuela Limonta

Ogni mese ti invieremo il menu del mese, corsi e attività in gravidanza, idee di benessere e codici sconto!