La SIDS, o sindrome da morte improvvisa in culla

La SIDS è l’incubo di tutti i genitori: si tratta di una sindrome tremenda che porta alla morte improvvisa dei neonati durante il sonno. I motivi, purtroppo, non sono del tutto chiari, ma in base a ciò che i medici sanno è possibile in qualche modo tentare di prevenirla.

Ecco come.

La SIDS, o sindrome da morte improvvisa in culla: cos’è e come prevenire la Sudden Infant Death Sindrome

Cos’è la SIDS

“SIDS” è un acronimo che sta per  Sudden Infant Death Sindrome, letteralmente “Sindrome della Morte Improvvisa dei Neonati”. La sigla spiega dunque di cosa di tratti: di una morte improvvisa dei bambini sotto all’anno d’età mentre dormono, senza apparente motivo. Una morte bianca, insomma, che non trova spiegazione nemmeno dopo un’autopsia.

Come fanno sapere dal Ministero della Salute (http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_6.jsp?lingua=italiano&id=1923&area=saluteBambino&menu=nascita), “La sindrome della morte improvvisa infantile (Sudden Infant Death Syndrome – SIDS), conosciuta anche come morte in culla (“Crib death”) o morte improvvisa del lattante, consiste in un decesso improvviso di un bambino di età compresa tra un mese ed un anno che rimane inspiegato dopo una approfondita indagine, comprensiva di un  dettagliato esame delle circostanze e del luogo dove è avvenuta la morte, della revisione della storia clinica e di una autopsia completa”.

Tendenzialmente, i bambini colpiti da SIDS (che è più frequente nei mesi invernali) hanno tra i due e i quattro mesi di vita.

I dati

Essendo così vaga e misteriosa, la SIDS non ha dati precisi, ma si pensa che oggigiorno questa sindrome colpisca lo 0,5‰ dei bambini nati sani in Italia (per mille, non per cento, ossia circa 250 bambini su tutti i nati). 

Nei decenni passati il numero era più alto: si parlava di 1-1,5‰. Ad abbassare il dato sono stati alcuni accorgimenti che nel corso degli anni si sono delineati e che ora fanno parte delle conoscenze dei genitori.

La prevenzione e gli accorgimenti

Per prevenire la SIDS i genitori possono adottare qualche accorgimento: 

  • Mettere il bambino a dormire supino, ovvero a pancia in su, sin dai primi giorni di vita, nella culla o nel lettino adatto a lui e nella camera della mamma e del papà;
  • Evitare temperature in camera troppo elevate, senza superare i venti gradi. 
  • Non vestire troppo il bambino mentre dorme.
  • Evitare materassi per neonati troppo morbidi.
  • Evitare l’uso del cuscino e coricare il bambino con i piedi contro il fondo della culla o del lettino (in modo che non scivoli sotto le coperte).
  • Evitare il bed sharing con i genitori.
  • Utilizzare, dal primo mese ai dodici mesi, il ciuccio durante la notte.
Iscriviti alla newsletter! Ogni mese ti invieremo il menu del mese, corsi e attività in gravidanza, idee di benessere e codici sconto!